bio

MARCO CHERCHI


BIOGRAPHY


Sono nato a Treviso e non è stato un caso. Mio padre lavorava lì e mia madre ai tempi lo seguì. Nel Veneto ci  sono stato per un po' e dopo qualche anno me ne sono tornato a Sezze in provincia di Latina. Ed è lì che ho passato tutta la mia infanzia e la mia adolescenza. Così proprio lì  ho fatto tutta la trafila scolastica. Ho fatto l’asilo, le scuole primarie, le medie, le superiori e anche l’università che un giorno dovrò finire (me l’ha detto anche il dottore). In tutto questo periodo ho fatto il bravo ragazzo e ogni tanto ho combinato qualche cazzata giusto per non farmi venire le stimmate alle mani. Alla comunione mi fu regalata una compatta analogica, ma i rullini ai tempi erano un lusso che spesso non mi potevo permettere.... il sogno era  comprare una macchina fotografica analogica professionale che l’inquilino del piano di sotto aveva. Mi piaceva. Mi afffascinava. Ma non avevo i soldi e mio padre non me li dava. Capisco ben presto che devo darmi da fare per non pesare sulla famiglia che è numerosa e allora comincio a fare lavoretti qua e la. Pur di guadagnare qualche soldo. A dire il vero mi sono sempre arrangiato. Mi dicevo la macchina fotografica un giorno verrà. Al momento non era priorità.


A 24 anni la svolta per me… da inoccupato mi trasferisco a Milano per cercare lavoro e ci rimango per un anno. Poi con il lavoro in mano torno a Sezze e 2 anni più tardi prendo moglie. Lavoro ancora lì e probabilmente lo farò ancora per molto tempo.  Sono ancora sposato con la stessa donna e ho 2 bimbe.


Ma i soldi che guadagno mi danno soddisfazioni e nel 2004 finalmente compro la mia prima macchina fotografica digitale che ancora adesso è usata da mia figlia. E’ una bridge della Kodak mod. z650 . Da subito comincio a percepire una voglia pazzesca di fotografare. Non mi fermerò più.


Da qualche anno ho comprato una Nikon Full Frame e per tanti anni ho posseduto anche una APS-C. Ho sperimentato e imparato. Ho comprato obiettivi che poi ho rivenduto. E poi filtri e prolunghe per obiettivi insieme a moltiplicatori. Cose che servono per sperimentare e imparare.


Ho fatto tanti errori e tanti altri a sentir qualcuno ne farò di sicuro. Ma faccio quello che mi piace: scatto!! Sparo!! Ho i brividi!!


Dal 2004 ho preso a viaggiare in Italia dapprima e all’estero negli ultimi anni. Pratico foto da strada. La Street Photography. E’ lo stile che più mi piace. In viaggio quando esco  in strada sono una scheggia impazzita. Mi faccio guidare dall’istinto. Dalla voglia di scoprire. Immortalo gente. Perché sono interessato all’uomo come essere umano e non come persona. Usi e costumi dell’uomo sono la cosa che più mi affascinano.


Quando non viaggio mi piace pensare  e scattare ritratti ambientati. Penso a progetti e provo per questi le pose in studio. Il mio studio, quello ricavato nel rustico di casa.


Dal luglio 2017 ho fondato una piccola associazione fotografica di cui sono il presidente nel mio paese e ho radunato un po’ di fotografi amanti della fotografia come me. Facciamo riunioni per parlare di tecnica, creiamo eventi, organizziamo uscite fotografiche e promuoviamo corsi di fotografia. Abbiamo tutti  in comune la stessa passione.


Non penso di esser un grande fotografo, e sicuramente mai lo sarò. Ma amo tanto la fotografia, e se non scatto per qualche giorno di fila sto male... Vado in astinenza. Un giorno farò una mostra tutta mia e la farò per vedere cosa si prova nel farla. Cosa si prova nel sentire i commenti della gente e per provare anche io l’emozione di sentirsi criticare o complimentare per una foto. So già che le critiche andranno per la maggiore e che probabilmente tra me e me mi incazzerò… 


Copyright © All Rights Reserved

Marco Cherchi Photographer  -